Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Le piazze [in]visibili

Data:

10/06/2021


Le piazze [in]visibili

Lo stato di eccezionalità inaugurato nella primavera del 2020 ha prodotto una serie di sconvolgimenti in praticamente tutti gli aspetti della vita quotidiana All’improvviso ci siamo trovati avvolti da un senso di attesa e di sospensione, che ha coinvolto i luoghi stessi che prima vivevamo e riempivamo. “L’Italia è il Paese delle cento piazze” ricorda lo storico dell'architettura Joseph Rykwert nel suo contributo a questo volume.

Queste piazze, simbolo di una bellezza diffusa italiana, ora ritornano ad essere, forse per la prima volta nella vita di ognuno di noi, dei luoghi immaginari “visti” così soltanto dai grandissimi artisti e le menti che le hanno pensate, progettate, realizzate ed ornate." Nel periodo di lockdown Marco Delogu, curatore della mostra, è ruiscito ad unire quaranta artisti - fotografi e scrittori - ognuno con la forza espressiva del proprio mezzo, per raccontare su binari paralleli una piazza che per loro rappresentasse una piccola motherland.

In questo progetto si è cercato dunque di ribaltare una situazione difficile, di saperne trarre un vantaggio, o meglio un’occasione; Le piazze [In]visibili diventano una mappatura, sia geografica che di autori. Si conferma come la cultura e la bellezza del nostro Paese siano, oltre che nelle monumentali opere artistiche e architettoniche, anche nella grande diffusione della scrittura e della fotografia e nel suo ampio e promettente ricambio generazionale.

Fotografi: Olivo Barbieri, Jacopo Benassi, Luca Campigotto, Michele Cera, Giovanni Cocco, Alessandro Dandini, Eva Frapiccini, Claudia Gori, Alice Grassi, Stefano Graziani, Raffaela Mariniello, Daniele Molajoli, Luca Nostri, Margherita Nuti, Francesca Pompei, Flavio Scollo, Luca Spano, George Tatge e Paolo Ventura;

Scrittori: Edoardo Albinati, Carlo Carabba, Francesco Cataluccio, Liliana Cavani, Benedetta Cibrario, Marcello Fois, Giovanni Grasso, Helena Janeczek, Nicola Lagioia, Jhumpa Lahiri, Margherita Loy, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Salvatore Silvano Nigro, Clio Pizzingrilli, Elisabetta Rasy, Eduardo Savarese, Caterina Serra, Giorgio van Straten, Sandro Veronesi e Francesco Zanot.

“Ogni volta che si entra nella piazza ci si trova in mezzo ad un dialogo”, scriveva Italo Calvino ne Le città invisibili, libro al quale si rifà il titolo di questo progetto. Un dialogo tra immagine e parola, tra autori affermati ed emergenti, tra piazze meno note e icone conosciute in tutto il mondo, tra le architetture riscoperte e una nuova socialità da ripensare.

Le piazze [In]visibili è un'iniziativa promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese).

Informazioni

Data: Da Gio 10 Giu 2021 a Dom 11 Lug 2021

Orario: Dalle 10:00 alle 18:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Bratislava

In collaborazione con : Univerzitná knižnica Bratislava, MAECI, Punktum

Ingresso : Libero


Luogo:

Univerzitná knižnica Bratislava, Michalská 1

1279